Giovedì 26 giugno 2014 è stata approvata all'unanimità la modifica dell'articolo 6 dello Statuto della nostra Associazione che imprime una svolta importante al ruolo della professione di comunicatore pubblico. Si apre, infatti, una nuova stagione per il riconoscimento professionale, sul quale “Compubblica” è impegnata fin dal momento della sua costituzione. 


Confermando che l'Associazione considera prioritario il riconoscimento e la valorizzazione, in ogni forma e sede, delle attività rappresentate il cui obiettivo è la valorizzazione delle competenze degli associati, la garanzia del rispetto delle regole deontologiche e la tutela degli utenti. 

In particolare, all'art. 6, sono previsti due profili: il comunicatore pubblico, colui che è idoneo a dirigere le strutture di comunicazione a livello dirigenziale, ai sensi della Legge 150/2000. Deve essere in possesso di laurea vecchio o nuovo ordinamento o specialistica tra quelle previste dal Dpr 422/2001.; l'addetto alla comunicazione e alle relazioni con il pubblicocolui che è idoneo a presiedere il front e il back office nelle strutture di comunicazione. Ai sensi dell’art 2 co. 4 del Dpr 422/2001, deve essere in possesso di un diploma di scuola media superiore e di corso di formazione teorico-pratico.